Intervistato dal portale svizzero Blick, Denis Zakaria ha parlato anche della sua esperienza alla Juve.

CHELSEA - Sono felice di essere un calciatore e sto vivendo il mio sogno. Per questo sono sempre positivo. Se sapevo già dell'interessamento del Chelsea? Niente affatto, è successo tutto molto velocemente. Non sapevo che fosse possibile fino a sei ore prima della fine del mercato. Ho fatto le valigie e ho aspettato che i contratti venissero firmati. Poi ho fatto le visite mediche a Torino ed è andato tutto bene. Il Liverpool? L'ho sentito dal mio agente, ma alla fine è arrivato il Chelsea. E penso che sarò più felice in Inghilterra che a Torino.

ALLA JUVE - Difficile dire cosa c'era di sbagliato. Forse lo stile di calcio non era il mio. La squadra giocava molto bassa, non avevo molto spazio. Sono un giocatore che ha bisogno di molto spazio per le corse. Potrebbe essere più adatto a me in Inghilterra.

ALLEGRI - È una brava persona, posso dirlo con certezza. Forse la squadra non ha giocato molto bene, il che è un peccato. Dalla rosa che hanno possono fare molto meglio, la Juve dovrebbe essere sempre in testa alla classifica e vincere 3-0 tutte le partite... Allegri ha ottenuto grandi risultati, ma con lui non ho parlato molto.

TUCHEL - Tuchel è stato uno dei motivi per cui sono andato al Chelsea, è un grande allenatore. Non abbiamo avuto molto tempo con lui, ma questo è il calcio, va tutto veloce. Potrei avere una nuova possibilità con il nuovo allenatore, di cui ho sentito parlare molto bene. Lavorerò molto per ottenere un posto. Mi sento bene fisicamente. So che devo avere minuti nelle gambe per dare il massimo, al Chelsea scoprirò un calcio con più spazi, più intensità, più duelli. Dovrebbe andare bene per me.