Cristiana Girelli, centravanti della Juventus Women, si è raccontata sulle pagine di Cosmopolitan: "Da piccola ho vissuto la mia passione verso questo sport con assoluta tranquillità, forte del sostegno costante dei miei genitori e anche di un ambiente che mi rispettava al 100%. Non mi sono mai sentita fuori luogo né 'diversa', solo una ragazzina con la stessa voglia di giocare a calcio che avevano i miei amici maschi. Io e le mie colleghe cominciamo a vedere i primi risultati ma siamo ancora distanti dai livelli di altre nazioni che hanno iniziato a raccontare prima dell’Italia le sfide del calcio al femminile e ad investire sulle calciatrici, portandosi avanti in termini di organizzazione e strutture. Penso che tante squadre professionistiche debbano seguire l’esempio di Juventus, Fiorentina, Milan e altre società, iniziando ad investire sul calcio femminile e mettendo a disposizione gli stessi strumenti che hanno i nostri colleghi uomini".