La partita che Vlahovic ha giocato contro il Milan ha confermato la sua dimensione di campione, a dispetto dell’età. Non ha solo le qualità atletiche e tecniche che tutti vedono, ma anche la testa del grandissimo giocatore: uno “normale” non avrebbe sopportato la situazione che lui sta vivendo a Firenze. Ogni giorno che passa ci convinciamo sempre di più che il suo acquisto sarà un affare straordinario per il club capace di prenderlo. In particolare lo sarebbe per la Juve, la quale in quel ruolo ha un buco nero. Anzi, il buco nero.

L’acquisto di Vlahovic a gennaio cambierebbe la stagione della Juve: con lui al centro dell’attacco, le prospettive dei bianconeri diventerebbero completamente differenti, sia in campionato che in Champions. Qualcuno avanzerà dubbi: può un solo calciatore essere così importante? Domanda legittima, ma la nostra risposta è chiara: sì, se quel giocatore è forte come Vlahovic e va a colmare una lacuna gravissima come quella che Allegri ha in quel ruolo. Attorno al serbo, girerebbe tutta la squadra: da Dybala alle sue spalle a Chiesa sulla fascia. E perfino il centrocampo, mediamente di qualità modesta, ne trarrebbe un sicuro beneficio.

Il centravanti, però, è così importante per la Juve che il club deve preparare anche un piano  B, da mettere in pratica se - com’è possibile, forse probabile - non riuscirà a prendere Vlahovic, il quale potrebbe essere catturato da altre situazioni, magari il Tottenham, oppure potrebbe rinviare il proprio addio alla Fiorentina al mercato estivo (e in quest’ultimo caso i club inglesi diventerebbero favoriti). Quale può essere una soluzione alternativa al centravanti viola? Impossibile trovarne una altrettanto soddisfacente, ma Dusan non è l’unico attaccante centrale che esista. Basta non andare a prendere un altro Morata o un altro Kean. Un’altra seconda punta, insomma. Di quelle, già ce ne sono troppe.

@steagresti