Ecco di chi ha parlato Mino Raiola con la dirigenza della Juventus questo weekend alla Continassa. Sicuramente di Moise Kean, certo, dato che si è chiusa l'operazione e manca solo l'ufficialità. Ma anche di Mohamed Ihattaren, che vi abbiamo appena informato essere il (o meglio, un) colpo bianconero per questa fine mercato. Olandese di origine marocchina, classe 2002, si tratta di una moderna mezzapunta che può agire su tutto il fronte della trequarti, dalla rifinitura alle ali. L'arco di ruoli in cui l'organico di Allegri conta i vari Dybala, Chiesa, Kulusevski... ecco, lui è una sintesi di tutti e tre.

Mancino naturale, Ihattaren è un prodotto del vivaio del PSV Eindhoven che fa parte della scuderia di Raiola, è andato in scadenza col suo club e ora si trova fuori dal progetto tecnico. Ma non per motivi... tecnici: il PSV l'ha escluso dalla rosa a inizio agosto perché si era messo in malattia, e invece stava incontrando il Nizza insieme al suo procuratore! Comunque, alla fine niente Francia per lui. Sarà la Juve a far suo il giovane Mohamed, avendo fiutato e portato avanti la trattativa sulla base di 5-6 milioni di euro. Una volta che l'operazione-lampo sarà ultimata, il giocatore andrà subito in prestito alla Sampdoria per poter avere un minutaggio di qualità.

Il suo punto di forza? Dribbla e salta l'uomo, ma non "a testa bassa e occhi chiusi", bensì conservando sempre la giusta visione del gioco, in qualunque zona di campo. Campione d'Europa Under 17 tre anni fa con la nazionale oranje di categoria, come da consuetudine in Olanda è già da oltre due anni nel giro della prima squadra del PSV, con cui ha trovato la via del gol non solo in Eredivisie ma anche in Europa League. Ma la sua specialità sono gli assist.