Nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, Federico Bernardeschi ha dedicato un lungo post alla questione. Una riflessione postata sul profilo Instagram del calciatore bianconero, che riportiamo integralmente:

"Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Da anni sono tantissime le iniziative che in questa giornata si susseguono per denunciare un crimine: il femminicidio. Scarpe rosse, segni in viso, panchine inaugurate, tutti noi abbiamo aderito con fermezza ma oggi mi chiedo: abbiamo fatto abbastanza?
Ha senso organizzare UNA giornata di protesta quando il resto dell'anno viviamo in un mondo sessista, patriarcale, moralista? La discriminazione e la prevaricazione esercitata verso le donne ha radici profonde, ancestrali, culturali, sociali, politiche. 
Se non cambia l'idea ed il rispetto per la figura della donna non cambierà ciò che ne deriva. 
La tesi per cui si può esprimere un parere su questi temi solo avendo vissuto un episodio in prima persona o in famiglia è pericolosa oltre che disumana.
Schieratevi, schieratevi sempre. Nulla è vano se ognuno di noi fa la propria parte.
In parlamento si parla ancora di quote rosa, si esulta per lo stralcio di una legge che avrebbe tutelato un diritto di italiani come noi.
Questo dramma si cura con l'abitudine al rispetto e all'educazione. 
Educhiamoci!
Queste giornate non dovranno più essere una denuncia verso la violenza alla donna ma una celebrazione della donna stessa. 
Ad maiora.
Federico"