"La decisione l’ho presa io e la società ha fatto il resto", ha annunciato Andrea Pirlo in conferenza stampa in merito ai tre giocatori pizzicati alla festa/cena in casa McKennie. L'americano, Arthur e Paulo Dybala sono stati subito puniti con una multa e con l'esclusione dal derby contro il Torino di oggi.

NEDVED E PARATICI - Ora emergono nuovi retroscena sulle reazioni della Juventus, con Nedved e Paratici protagonisti. Ecco quanto riporta la Repubblica: "Giovedì pomeriggio, quelli della cena fuorilegge hanno cominciato a purgare le loro colpe. Ad Arthur è andata bene, perché è di nuovo infortunato e nel derby non avrebbe giocato in ogni caso, ma Dybala e McKennie sono stati mandati in campo quando i compagni (e Pirlo) erano altrove: ad accoglierli c’erano Nedved e Paratici, che hanno urlato loro in faccia la disapprovazione della società, specificando però che la decisione della “squalifica” è stata dell’allenatore: un modo per irrobustire l’autorevolezza di Pirlo, il cui ascendente sulla squadra non è esattamente ai massimi livelli". 

MULTA E PROVVEDIMENTI - La multa intanto, da regolamento, può arrivare al 30% del lordo mensile: nel caso di Dybala, il meglio remunerato dei tre, si tratterebbe di una cifra attorno ai 300 mila euro. Dopo la sfuriata, la Joya e McKennie sono stati mandati a inanellare giri di campo per una mezz’oretta, ma da domani potrebbero tornare ad allenarsi coi compagni, anche se la loro esclusione non ha una data di scadenza.