Legare il nome di Cristiano Ronaldo per sempre allo Sporting Lisbona. Questa l'ambiziosa idea che stuzzica da tempo Frederico Varandas, storico responsabile medico del club lusitano, che da poco più di un anno dello Sporting è il presidente. Come? Intitolando l'attuale stadio José Alvalade a Ronaldo. Tra i possibili nomi spicca la "CR7 Arena", ma al vaglio c'è anche il "Cristiano Ronaldo Stadium", o un più ecumenico "José Alvalade CR7". Diverse ipotesi per un'idea sempre più concreta, della quale il patron dei biancoverdi ha così parlato a Tuttosport: "E’ un’ipotesi che non accantoniamo e della quale ovviamente saremmo molto orgogliosi".

L'IMPORTANZA DI RONALDO PER LO SPORTING - "Cristiano è - e sarà sempre - uno dei più grandi simboli della storia del nostro club. Siamo orgogliosi di essere associati a Cristiano Ronaldo e che il nome del miglior calciatore del mondo venga abbinato allo Sporting
. Per quanto riguarda i nostri giovani, stiamo cercando di conservare il suo esempio all’interno dell’Accademia, il centro sportivo dove si allenano ogni giorno i ragazzi del vivaio. Nella recente ristrutturazione abbiamo immortalato sulle pareti del centro sportivo i valori che Cristiano personifica. Valori come passione, sacrificio, disciplina, leadership, volontà. Per i giovani dello Sporting, Cristiano sarà sempre il miglior esempio possibile di determinazione nel voler superare gli ostacoli".

POTRA' ESSERCI UN NUOVO CR7? - "Cristiano è di sicuro il miglior calciatore portoghese di tutti i tempi, uno dei migliori atleti nella storia dello sport mondiale. Parliamo di un giocatore con straordinarie capacità fisiche, tecniche e mentali. Cristiano sarà per sempre parte della nostra storia".

RONALDO ALLA JUVE - "Cristiano ha creato un nuovo modello di calcio, è un marchio forte, che promuove sempre i campionati in cui gioca, Non è un caso che ci sia un pre e un post Ronaldo. Non è una coincidenza che recentemente Messi abbia dichiarato che Cristiano manchi a lui e alla Liga spagnola".

PALLONE D'ORO E CHAMPIONS CON LA JUVE - "Quando parliamo di titoli e trofei la Juve, avendo Cristiano dalla propria parte, sarà sempre più vicina alla vittoria della Champions League".