La corsa ad Aurelien Tchouameni è partita. La Juve è scattata per prima, ma rischia di essere risucchiata dalle altre big europee che proveranno a spingere per lui: alla Continassa si sono mossi già tra luglio e agosto per il 21enne centrocampista del Monaco, pallino del dg Federico Cherubini e di Massimiliano Allegri, e hanno sondato la rivelazione Under 21 dell’ultima Ligue 1. Affare non chiuso, cifre troppo elevate per gli ultimi giorni di mercato, ma la Juve nell’ultimo mese ha alzato il pressing e rafforzato la sua posizione. In caso di addio di Aaron Ramsey o Weston McKennie, un tentativo per Tchouameni lo effettuerà già a gennaio, per anticipare tutti. Il suo prezzo è già cresciuto fino a 40-45 milioni. Un prezzo che non spaventa perché sarebbe un investimento garantito e non un semplice acquisto e i rischi rispondono ai nomi di Chelsea, Liverpool e Real Madrid, che in Spagna sembra già favorito (Marca racconta di un colpo da 60 milioni).

OFFERTA E ALTERNATIVA - Tra gennaio e giugno ci sarà l'asta per il 21enne di Monaco e Francia, che è il prototipo del centrocampista moderno. La Juventus c’è e non molla per Tchouameni, forte anche anche dell’ottimo rapporto instaurato con l’entourage del ragazzo negli ultimi tempi. I contatti proseguono, ma le pretendenti crescono e la Juve può tentare lo sprint invernale che vada a battere la concorrenza. Intanto, è già pronta l'alternativa: Denis Zakaria, che non prolungherà con il Borussia Monchengladbach. Il 24enne centrocampista svizzero lascerà la Germania e la Juventus ha ripreso i contatti, già valutato in estate tra le alternative a Manuel Locatelli. E' uno dei piani B dei dirigenti bianconeri - scrive Tuttosport - che intanto vogliono Aurelien Tchouameni e sognano Pogba. Ma dovesse andare storto per Zakaria basterebbe un piccolo indennizzo a gennaio.