Dunque, sembra essere arrivata la parola fine sulle ostilità "europee" nei confronti della Superlega. Chiariamo: l'Uefa ha rispettato la decisione del tribunale di Madrid, ha fatto un passo indietro sulle sanzioni ai 9 club usciti dalla Superlega e sul procedimento legale contro i 3 club ancora nel progetto, ossia Juventus, Real Madrid e Barcellona. L'annuncio è arrivato nella serata di ieri: sono spariti tutti i procedimenti e le sanzioni, decisiva la mossa del giudice del tribunale di Madrid, Manuel Ruiz de Lara, che aveva concesso 5 giorni all'Uefa per annullare le sanzioni e archiviare il procedimento disciplinare aperto contro i 12 club fondatori della Superlega. Ceferin rischiava di essere perseguito per disobbedienza.

COSA SUCCEDE ORA - No, la battaglia non è finita. Non del tutto. Entro il 18 ottobre, i governi europei e le Federazioni calcistiche dovranno inviare alla Commissione Europea il loro pensiero sulla Superlega e sul monopolio da parte di Uefa e Fifa per l'organizzazione di competizioni calcistiche. Se l'UE avallerà la Superlega, può arrivare un cambio epocale. Altrimenti le sanzioni per le 9 società saranno nuovamente in gioco. E la Juve rischia di star fuori dalle coppe europee 2022-2023.