Vincenzo Spadafora, Ministro dello Sport, ha parlato su Rai Tre commentando la situazione per il campionato sull'emergenza Coronavirus: "Le previsioni di poter riprendere le competizioni sportive a fine aprile o inizio maggio, quindi i campionati di calcio e altro, sono state un po’ troppo ottimistiche vista l’evoluzione del virus. Rispetto all’ipotesi del 3 maggio oggi sono molto dubbioso. Di sicuro posso dire che, qualora possano esserci le condizioni per riprendere, sarà a porte chiuse".

"​Non si può pensare di riprendere a maggio con gli spettatori e i tifosi, ma oggi ho qualche dubbio di poter riprendere il 3 maggio le competizioni sportive. Anche gli scienziati non sanno quando finirà.
Questa è un’emergenza che evolve di continuo, dobbiamo adattare le nostre decisioni alle cose che cambiano completamente".

"Credo che la scelta finale spetti alla FIGC, però le previsioni ottimistiche di riprendere il 3 maggio erano quelle del calcio. È difficile che si possa riprendere, poi se posticipino nei mesi estivi, quindi luglio e agosto, rientra nelle possibilità dello sport. Tuttavia si devono uniformare con gli altri campionati. Direi che il mondo del calcio ci ha messo un po’ di più degli altri a capire l’emergenza che stiamo affrontando, immagino che ora si muova con tutta la cautela del caso".