Ronaldo alla Juve: l'operazione per tutti prende forma. CR7 sta arrivando fisicamente a Torino - lunedì la presentazione (i dettagli qui) -, anche se l'ufficialità già c'è stata. Un nuovo colpo per il club bianconero, il più grande di tutti. Ma CR7 si è detto spesso, non è un affare solo per la Juve. 

A rinfrancare questo concetto, infatti, ci ha pensato Calcio&Finanza, in un'analisi puntuale legata ai diritti tv. Come si legge su C&F, sebbene l’asta per l’assegnazione dei diritti tv del campionato per il triennio 2018-2021 si sia chiusa lo scorso 13 giugno, con un incasso di 973 milioni a stagioni di cui 780 milioni investiti da Sky Italia e 193 milioni messi sul piatto da DAZN-Perform, secondo quanto riferito dal quotidiano finanziario MF, nel contratto tra la Lega di Serie A e i broadcaster c’è una clausola legata all’andamento gestionale delle piattaforme che si sono aggiudicate le immagini. In base ad alcuni parametri definiti negli accordi siglati, se vi saranno incrementi di abbonati e risultati di business in base a parametri definiti e differenti per le due piattaforme, Sky e DAZN dovranno versare più soldi alla Lega, fino a un massimo, appunto, di 150 milioni annui. Un ulteriore, potenziale, incasso, che porterebbe il totale annuo a 1,123 miliardi.

ABBONATI PIATTAFORME, DIRITTI SERIE A - Questa opzione, legata all’ arrivo di CR7, fa gola ai presidenti dei club di A perché nel caso fossero raggiunti questi parametri la Lega avrebbe più risorse da redistribuire. Ovviamente chi guarda con particolare attenzione a questo scenario è la stessa Juventus che storicamente incassa la cifra più alta in termini di ripartizione dei ricavi televisivi (oltre 100 milioni su base annua). Il club bianconero tra l’ altro avendo uno stadio di dimensioni limitate (41.507 posti) può contare su un elevato bacino di tifosi-telespettatori che ora con l’ arrivo di Ronaldo potrebbe lievitare, significativamente. Si calcola, infatti, che degli 1,5-1,6 milioni di clienti di Mediaset Premium, almeno la metà – c’ è chi ipotizza fino a 1 milione – possa passare alla pay tv satellitare o scegliere Perform. Un tale bacino di nuovi abbonati, ovviamente, farebbe scattare le soglie previste dal contratto e i maggiori introiti per la Lega.