"Paulo resta con noi". I cori e le urla dei tifosi della Juventus rimbombano ancora a Villar Perosa fino alla Continassa dove anche a Ferragosto si pensa al calciomercato. Non potrebbe essere altrimenti perché nonostante le dichiarazioni di Paratici, l'obiettivo resta quello di scremare la squadra e tra i possibili partenti resta ancora Paulo Dybala. I tifosi vogliono vederlo sempre in bianconero ma la società resta con un orecchio teso al mercato.

RISCHIO SVALUTAZIONE - Dopo il mancato trasferimento di Dybala in Inghilterra Paratici lo ha rimesso parzialmente al centro del progetto. "E' un grande giocatore della Juve, il nostro numero 10", ha dichiarato. Contestualmente, però, il Chief Football Officer del club bianconero non ha chiuso allo scambio con Mauro Icardi. "E' un giocatore dell'Inter. Per ora non ci serve", le parole di Paratici. Ma quel "per ora" cela valutazioni ancora in corso da parte del club bianconero comunque alla ricerca di una prima punta che non sia né Higuain né Mario Mandzukic.

CHIELLO - Anche Giorgio Chiellini ha parlato del futuro di Dybala con parole che non blindano totalmente la Joya: "Paulo si è allenato sempre bene. Non vedo nessun problema, il resto fa parte del gioco. Siamo professionisti e siamo tanti e consapevoli della situazione. Un consiglio da fratello maggiore? Paulo è grande e vaccinato". E poi ancora su Icardi: "Fantacalcio, parliamo di quello che c’è. Quel che sarà non è affar mio, se succederà qualcosa ci penserà Fabio". Non una chiusura totale allo scambio, dunque. Paratici e Chiellini dicono e non dicono. Chiudono ma non totalmente, lasciano sempre qualcosa in sospeso. Per ora però non c'è traccia di una trattativa tra Juve e Inter. Il gelo tra Marotta e Paratici lascia tutto in stand-by. Ad oggi vince la paura di perdere più che la voglia di azzardare. Ma negli ultimi giorni di mercato tutto può cambiare...
 
@lorebetto