Il contatto tra Szczesny e Djuricic. A 24 ore di distanza dal match del Mapei si continua a commentare solo quell’unico episodio, dimenticandosi o omettendone altri, anche più clamorosi e discutibili. Forse perché a favore della Juventus, e allora non contano? Chissà... 

Sta di fatto che su radio, tv e giornali il momento-chiave di Sassuolo-Juve è quello scontro lì, del 2° minuto, tra il portiere polacco e l’attaccante serbo, e ovviamente per molti non c’è VAR che tenga: quello era rigore, e basta! L’arbitro è pure andato alla Var-Review, l’ha rivisto, ma non ha cambiato opinione, e il penalty non l’ha dato, scatenando la reazione dei tanti professori del Regolamento (adattato alle loro esigenze, ovvio) e dei milioni di dietrologi (“come sempre, alla Juve i rigori contro non si danno” vecchia tiritera). La più bella che ho sentito: “Se vai al VAR, il rigore poi non puoi non darlo!”. A mio parere, l’intervento con la mano di Szczesny è talmente netto ed evidente, anche senza ricorrere al VAR, da trovare volutamente pretestuose tutte le polemiche montateci sopra. Ovvio che poi Djuricic cade, ma il portiere della Juve non poteva smaterializzarsi.

Confronto col rigore concesso alla Juve contro il Napoli in Coppa Italia, un paio di stagioni fa? Reina mancò il pallone (che gli sfiorò il braccio) e abbatté Cuadrado. Szczesny devia il pallone con la mano aperta. Pure un bimbo noterebbe le differenze evidenti.

Piuttosto, mi piacerebbe capire perché in nessuna trasmissione radiotelevisiva e su nessuna moviola fatta dalla carta stampata è stata oggetto di analisi la trattenuta di Magnani su Mandzukic, avvenuta in piena area di rigore al 64'. Un’immagine comparsa solo per un attimo durante la diretta Sky e poi misteriosamente sparita nel nulla: non una sola tv che l’abbia fatta rivedere e nessun giornale che l’abbia considerato. Eppure, il fatto che la regia di Sky – seppure, ripeto, per pochi secondi – l’abbia mandato in onda (pure moviolandolo) significa che qualcosa di strano era stato intravisto. Parrebbe una trattenuta, abbastanza vigorosa, da riuscire persino a dare il giro a Mandzukic (86 kg).

Immagini arrivate e viste di sicuro in cabina VAR, magari con troppo ritardo per poterlo segnalare all’arbitro e fermare il gioco. Meritevoli quantomeno, però, di un approfondimento nelle tante trasmissioni sportive, troppo concentrate in queste ore solo su quelle dello scontro Szczesny-Djuricic.

Per completezza d’informazione anche questo episodio avrebbe meritato un minimo di attenzione. A meno che, essendo a favore della Juventus, sia stato scartato a priori. Banalizzo? Purtroppo alla buonafede di taluni credo poco.