L'allenamento di ieri, il primo diretto per intero da Maurizio Sarri da quando la polmonite lo ha costretto ai box, può essere il segnale su cui la Juventus deve ripartire per lasciarsi alle spalle i malumori che l'hanno colpita. Problemi che le due vittorie in campionato ancora non sono servite a smorzare e che, così, con la pausa delle Nazionali proverà a risollevare Sarri. Subito, migliorando la propria salute, poi contentrandosi sulla squadra. 

ALLENAMENTI - Queste sedute, sebbene a ranghi ridotti, saranno fondamentali per entrare in sintonia con chi è rimasto, così da lavorare individualmente su chi ne ha più bisogno. Come Gonzalo Higuain, apparso in miglioramento costante e che sta sfruttando queste sessioni per perfezionarsi ancora. Una possibilità non concessa a Dybala, che al contrario arriverà così tardi - giovedì? - da non sembrare arruolabile negli undici contro la Fiorentina. 

DANILO - Un altro giocatore su cui Sarri potrà concentrarsi sarà Danilo, destinato a sostituire l'infortunato De Sciglio. Sul brasiliano, il tecnico bianconero, dovrà velocizzare le lezioni cosicché si faccia trovare pronto per le temibili ali della Viola, Chiesa e Ribery. Inoltre, per Sarri ci sarà il compito di valutare di prima persona le condizioni di Ramsey, apparso in spolvero dal rientro dall'infermeria.