Cristiano Ronaldo è uscito al minuto 55 della sfida tra Juventus e Milan, e già di per sé è un caso (non era mai capitato così presto). Il risultato è sullo 0-0 quando Maurizio Sarri chiama Paulo Dybala per il cambio, ma il calciatore sostituito è inaspettato. Non può essere altrimenti quando si tratta di togliere CR7 dopo nemmeno un'ora di gioco. Il fenomeno portoghese non è al meglio fisicamente e già alla vigilia è stato in dubbio per l'utilizzo o meno per la partita contro i rossoneri.

LA REAZIONE -  E la sua partita è stata molto deludente, forse la peggior prestazione da quando è a Torino. All'uscita dal campo, però, Ronaldo è andato direttamente negli spogliatoi, senza nemmeno guardare Sarri in faccia, e rivolgendo soltanto una frase in portoghese verso la panchina: per gli amanti del labiale, è venuto fuori un controverso 'vaffa' nei confronti del suo allenatore. Nervi tesi, non soltanto rabbia per il problema fisico. 

IL GESTO -  'Gli tirerò le orecchie? Penso che ci voglia un pizzico di tolleranza', la risposta arrivata in seguito da Sarri a Sky. Eppure il gesto di Cristiano è assolutamente destinato a far discutere. Ampiamente. Dopo la sostituzione, Ronaldo infatti non solo ha lasciato il campo: ha abbandonato direttamente lo Stadium, e l'ha fatto con tre minuti di anticipo rispetto alla fine della partita dopo una doccia negli spogliatoi. Seguiranno aggiornamenti, nonostante la smorzata dell'allenatore: il caso Ronaldo è solo agli albori.