La Juventus di questa sera ha evidenziato diversi problemi, uno su tutti il settore difensivo. Il reparto arretrato va spesso in difficoltà, così come successo nell'ultima partita di campionato contro l'Hellas Verona. L'idea di Maurizio Sarri non riesce a entrare nella testa dei difensori bianconeri, che al posto di rimanere alta e aggredire, si abbassa e aspetta l'avversario. Insomma una difesa molle e troppo arretrata. Il gol del Milan di Rebic è sostanzialmente l'emblema di una squadra che se aggredita, va in difficoltà. 

I NUMERI - Dopo il match contro il Milan, Maurizio Sarri ha voluto proprio sottolineare i numeri della difesa bianconera, che considera nella media: " Dobbiamo evitare i gol evitabili. La palla dentro era lenta e facilmente prevedibile. ​In un calcio che non è più quello di qualche anno fa, sembra di subire tantissimo ma abbiamo preso 2 gol in più della miglior difesa".  Insomma, se Maurizio Sarri prova a 'mascherare' i problemi della difesa, Bonucci non nasconde il rammarico: "​Abbiamo fatto una buona gara, il Milan pressava alto, in questo momento però qualcosa in più dobbiamo farlo anche noi. Negli ultimi 30 metri c'è chi fa la differenza, dobbiamo metterli nelle condizioni giuste".

CHIELLINI - Dopo l'amichevole giocata in settimana contro il Chisola, Giorgio Chiellini, sembra essere vicino al rientro in campo. Un tassello in più che con la sua esperienza può fare la differenza e risollevare tutto il reparto difensivo, cosi come detto da Sarri nel post partita: "Certi giocatori è evidente che mancano, sono giocatori top e quando non ci sono c'è qualche ripercussione. Ha personalità, energia,ma molto  dipenderà molto dalle sue sensazioni". La grande domande è però: chi farà spazio a Chiellini? Se Bonucci ha dimostrato capacità di leadership, De Ligt ha mostrato qualche lacuna e qualche difficoltà, sopratutto nella prima parte di campionato. Una cosa è certa: Maurizio Sarri potrà contare su grandi difensori che dovranno però far cambiare marcia al settore difensivo.