Se con la mente ritorniamo indietro per un momento all’estate del 2011, la prima con Antonio Conte alla guida della Juventus, non faremo fatica a ricordare quale fosse il nome che faceva sognare i tifosi juventini in quella calda estate di ben otto anni fa: Alexis Sánchez. All’ora il giocatore era un velocissimo ed ambitissimo ventitreenne con tre ottime stagioni alle spalle con la maglia dell’Udinese. Nell’immaginario collettivo sarebbe dovuto essere il colpo dell’estate bianconera. Invece, il cileno si trasferì al Barcellona di Guardiola per 26 milioni di euro: una cifra astronomica per le casse della Juve dell’epoca.

Nonostante un buon rendimento complessivo, l’attaccante non ha mai davvero sfondato con la casacca blraugrana. Si è trasferito all’Arsenal dopo sole tre stagioni in Spagna e, dopo tre anni e mezzo con i Gunners, è approdato al Manchester United. Il suo rendimento con la maglia dei Red Devils è però in fase calante e mai, nell’anno e mezzo passato nel nord dell’Inghilterra, il giocatore ha proposto le ottime prestazioni (ed i tanti goal) offerti con la maglia dell’Arsenal.

Come riporta il Daily Mail, il giocatore è dato in uscita dai Diavoli Rossi e per, l’attaccante, si potrebbe prospettare un ritorno in Italia. La testata britannica nomina Juventus, Napoli e Milan come possibili destinazioni. Per quanto riguarda i bianconeri, nonostante un abboccamento occorso all’inizio dell’estate, l’abbondanza di attaccanti del momento sembra respingere questa ipotesi. Nel caso vi fossero numerose operazioni in uscita allora la cosa potrebbe prendere più consistenza e l’arrivo di Sanchez potrebbe finalmente avvenire con otto anni di ritardo.