Cristiano Ronaldo sempre e comunque. O quasi. Il portoghese potrebbe riposare contro il Lecce o col Genoa nell'infrasettimanale, per poi tornare al top per le tre sfide con Torino, Lokomotiv e Milan. Maurizio Sarri se lo coccola e lo gestisce a puntino, Cristiano ha giocato 7 partite negli ultimi 24 giorni tra nazionale e club, finora ha saltato solo la partita contro il Brescia per precauzione.

CALENDARIO - Ecco perché in una delle prossime due partite potrebbe farsi da parte per ricaricare le pile, l'allenatore lo vuole al top della forma in quello che sarà un mese di fuoco: il 2 novembre derby con il Torino, quattro giorni dopo trasferta a Mosca per la partita di Champions contro la Lokomotiv e il 10 arriva il Milan all'Allianz Stadium. Fosse per lui giocherebbe sempre, con Allegri è sceso in campo 17 di fila prima di riposarsi.

SENZA CR7 - La Juve ha una rosa profonda, tra le migliori in Europa. Lì davanti ci sono giocatori che sarebbero titolari ovunque. Sarri non vuole farla diventare una squadra Ronaldo-dipendente e sabato potrebbe rimanere fuori, con Bernardeschi dietro alla coppia Dybala e Higuain.

Il coraggio di dire a Ronaldo quando deve farsi da parte