Non era a Montecarlo, non sarà a Londra. Dopo l’assenza in occasione dei sorteggi dei gironi di Champions League - e soprattutto della premiazione del “Uefa player of the Year” Luka Modric - Cristiano Ronaldo diserterà anche l’assegnazione dei “FIFA The Best” in programma oggi. Non farà scalpore come la presa di posizione di un mese fa, ma la scelta di CR7 (che quel riconoscimento l’ha sempre portato a casa), è destinata a far discutere anche in vista del futuro e di quel Pallone d’Oro 2018 che potrebbe eleggerlo come recordman assoluto.

ANCORA MODRIC - Che il "The Best Men’s Player" assegnato dalla FIFA rappresenti più di un indizio sul vincitore del Pallone d’Oro, non vi sono più dubbi. Istituito nel 2016, il riconoscimento della massima organizzazione del calcio mondiale ha visto finora un dominio assoluto di Ronaldo: primo davanti a Lionel Messi nell’anno inaugurale, e così anche nella scorsa stagione. Alla terza edizione, il "The Best" vede invece come favorito quel Luka Modric che insieme a CR7 ha sollevato la Champions League a Kiev e da capitano della Croazia ha raggiunto una storica finale mondiale (il terzo incomodo è Mohamed Salah). Si voglia chiamare “dittatura madridista” o meno, il club di Florentino Pérez dovrebbe avere ancora fra i suoi ranghi il “miglior giocatore del mondo”. Un secondo schiaffo fin troppo doloroso per chi era abituato a lasciare agli altri - compagni e rivali - le briciole.

NUOVO PALLONE D'ORO - Se Modric è atteso da trionfatore sul palco londinese dei “The Best”, tutti gli occhi sono puntati adesso sul Pallone d’Oro: Cristiano Ronaldo è a caccia del sesto, che gli permetterebbe di staccare finalmente Messi (come lui a quota 5, l’ultimo dei quali vinto nel 2015), ma da France Football è arrivato già un primo segnale. L’account Twitter della rivista francese, che conferisce dal 1956 l’ambito premio, ha pubblicato infatti quello che per molti suona come un indizio: “Il futuro appartiene a coloro che vincono presto”. La frase è liberamente ispirata ad una vecchia massima del XIX secolo e potrebbe riferirsi a Kylian Mbappé: lui che, a 19 anni, ha già conquistato una Coppa del Mondo. Cristiano Ronaldo, dopo due mesi alla Juve, non è più il favorito: questa, di per sé, è già una notizia.

@mcarapex