Kwadwo Asamoah da ieri è un nuovo giocatore dell'Inter. Le vacanze offerte da Max Allegri dopo lo scudetto conquistato dalla Juventus sono valse al ghanese un blitz a Milano in poche ore: secondo passaggio delle visite mediche già impostate in gran segreto, presto la firma ufficiale e il deposito del contratto fino al 2021 da poco più di 3 milioni di euro. Ma perché Asamoah ha scelto di passare all'Inter? Non solo una questione di nuovi stimoli dietro la mossa del laterale ex Udinese che vestirà nerazzurro dal prossimo luglio.

IL RETROSCENA - La proposta della Juventus infatti è regolarmente arrivata ad Asamoah nei mesi scorsi, tra febbraio e marzo; ma la sensazione del terzino è che il club bianconero potesse pensare di rinnovare il suo contratto per poi rivenderlo, senza dare garanzie sulla destinazione come accaduto un anno fa quando Asamoah aveva raggiunto un principio di accordo economico (molto ricco) per passare il Turchia, ma tutto è saltato per volontà della Juve. Insomma, la paura di rimanere vincolato ai bianconeri per un rinnovo finalizzato solo alla cessione senza perderlo a parametro zero ha fatto cambiare strada ad Asamoah: l'Inter lo ha corteggiato per mesi, convinto con un'offerta economica e progettuale elevata per un classe '88, soprattutto gli ha offerto garanzie tecniche che alla Juventus non era più certo di avere, visto che arriverà almeno un terzino a sinistra e Spinazzola sarà un altro rinforzo confermato. Il no di Asamoah ha una sua storia, l'Inter è totalmente soddisfatta. E ora aspetta molto presto Lautaro Martinez a Milano...

Da Calciomercato.com.