Il futuro di Aaron Ramsey è già dipinto di bianconero. Il primo passo, decisivo, è stato compiuto ieri con la prima parte delle visite mediche sostenute dal centrocampista gallese. Nel suo giorno libero, il classe ’90 ha svolto in gran segreto i test fisici a Londra: la volontà è quella di non creare imbarazzo nell’ambiente dei Gunners, che dalla sua si è già rassegnato a salutare il giocatore al termine di questa stagione (il 30 giugno scadrà il suo attuale contratto). Eppure, il lavoro della Juventus sul fronte Ramsey non è ancora terminato.
L'ARSENAL ABBASSA LA RICHIESTA Su ilBiancoNero.com ve lo abbiamo anticipato da settimane: la Juve vuole provare concretamente a portare Ramsey a Torino già in questo mese. L’Arsenal non ha mai chiuso la porta alla cessione anticipata, fissando però la prima richiesta in una cifra “fuori mercato”. Ma lo stesso giocatore starebbe spingendo per partire subito e il pressing continuo di Paratici potrebbe aprire nuovi spiragli proprio in questi giorni: come si legge su La Gazzetta dello Sport, dall’Inghilterra i Gunners sembrano ora più bendisposti a trattare sotto i 20 milioni di euro, soprattutto se riusciranno a trovare un sostituto del gallese in questa finestra di mercato (Denis Suarez del Barcellona è il nome caldo). Intanto, la Juve si sta portando avanti con un tesoretto proveniente dai giovani: Rogério può andare al Chelsea o al Wolverhampton per una ventina di milioni e la Sampdoria potrebbe anticipare il riscatto di Emil Audero (14 milioni). Passi in avanti per Ramsey a gennaio: dopo le visite mediche, i campioni d'Italia vogliono accogliere subito il loro nuovo centrocampista allo Stadium.