Israel 6.5 - Alterna uscite avventate a interventi salvavita. Non può niente sui gol. Alla fine il bilancio è positivo.

Bandeira 5.5 - Buona spinta sulla destra, dietro capita che si faccia sorprendere.

Dragusin 7.5 - Entra nel tabellino dei marcatori per il gol del vantaggio ma di fatto ne segna altri due con altrettanti salvataggi sulla linea che valgono proprio come una rete.

Gozzi 5 - Sovrastato da Raggi in occasione del gol del pari.

Anzolin 5.5 - Da quella parte la Juve patisce soprattutto nel secondo tempo

Leone 5.5 - Patisce un po' la fisicità del centrocampo del Genoa, non sempre riesce a togliersi di dosso la pressione del Grifone (61' De Winter 5.5 – Ha qualità per fare ancora di più, sembra ancora troppo timido.)

Fagioli 6 - Solita prestazione a tutto campo del 10 della Juve infatti nel finale patisce un po' perché ci arriva in riserva. 

Ahamada 6.5 – Qualche buono strappo sulla sinistra, esce quando ha finito le pile. (77’ Sekulov sv)

Tongya 6.5 - Taglia e cuce in mezzo al campo, fa la lotta e organizza le ripartenze bianconere.

Petrelli 7 - Si guadagna e realizza la punizione del vantaggio, solito grande lavoro per la squadra. (77’ Da Graca sv)

Sene 5.5 - Si sacrifica tanto e per questo non è lucido davanti alla porta. (71’ Moreno 6 – Qualche buona accelerata ma il Genoa riesce sempre a raddoppiare.)

All. Zauli 6.5 – Un punto importante contro la terza della classe. Prova di personalità dei bianconeri che sono però ingenui in occasione dei due gol del Genoa. Arriva un’altra conferma che la squadra di Zauli ha preso la strada giusta.

Genoa (4-3-1-2): Vodisek 6; Piccardo 6, Serpe 6, Raggio 6.5, Lisboa 5.5; Eboua 7, Rovella 6.5, Masini 5.5; Zennaro 6.5; Klimavicius 5 (79' Buonavoglia sv), Moro 5.5 (92' Conti sv). All. Chiappino 5.5.