Ora ci siamo, per davvero: tutto fatto, tutto definito. Paul Pogba e la Juventus sono pronti a riabbracciarsi e ritrovarsi dopo sei anni di lontananza. Il Pogback sta per diventare realtà, è solo una questione di giorni e di vacanze da terminare. Dopo le vacanze a Miami e il viaggio in Guinea, il Polpo si prepara per tornare a Torino, dove dovrebbe essere già nella mattinata del 5 luglio, per svolgere le visite mediche. La Juve inizierà il ritiro il 4, perciò entro pochi giorni, Pogba sarà a disposizione di Max Allegri, che non vede l'ora di ritrovarlo. 

L'INCONTRO - Oggi, all'hotel Me di Milano, è andato in scena l'incontro tra la dirigenza della Juve e Rafaela Pimenta, avvocatessa che gestisce l'impero del compianto Mino Raiola, e che per Pogba è quasi una seconda mamma. Accordo blindato: quadriennale a 8 milioni di parte fissa più 2 di bonus, con il Decreto Crescita che aiuterà a smaltire quasi il 50% delle tasse, snellendo il costo lordo dell'ingaggio. Incontro decisivo, quindi, per sistemare ogni dettaglio e completare il Pogback. 

GLI ALTRI - Nell'incontro anche altri profili legati a Rafaela Pimenta: da Matthijs de Ligt a Moise Kean, passando per Wesley e Luca Pellegrini, la Juve ne ha parlato e per loro valuta il futuro. Seguiranno aggiornamenti.

Pogback: un affare incominciato diversi mesi fa e spinto dalla volontà chiara del calciatore, come raccontato qui