Andrea Pirlo ha qualcosa di rimproverare alla squadra dopo la vittoria contro il Genoa in Coppa Italia: "Abbiamo sofferto, ci siamo complicati la vita per niente dove potevamo gestire meglio le forze per la partita di domenica - ha detto a Juventus Tv - Peccato perché avevamo fatto un ottimo primo tempo, per questo avremmo potuto gestire meglio la gara. I giovani? Sono soddisfatto di tutti i giocatori, al di là di Rafia che ha fatto il gol decisivo. I ragazzi hanno fatto tutti bene: da Dragusin a Wesley, siamo contenti di questi giocatori che hanno dimostrato di essere all'altezza. Kulusevski? Ha fatto una buona partita, soprattutto nel primo tempo; nella ripresa è stato un po' confusionario e forse poteva gestire meglio alcune situazioni. Ma anche stasera ha dimostrato di essere un grande calciatore che ha grandi giocate nella testa e nelle gambe, ora deve avere continuità e la gestione dei palloni in tutti i 90'. I giovani si trovano bene perché giocano un campionato importante contro squadre abituate a giocare gare difficili in Serie C, a noi ci porta un vantaggio quando li portiamo in prima squadra. E' un grande progetto perché è diverso dal far salire uno dall'Under 23 o dalla Primavera, in campo la differenza si sente.

VERSO L'INTER - "Ci accontentiamo di quello che abbiamo fatto e magari vogliamo essere più belli che incisivi, ma quando c'è da chiudere le partite dobbiamo farlo con cattiveria per poi gestire meglio anche il resto della gara. Dobbiamo essere più cattivi quando ci capitano le occasioni, perché è troppo importante chiudere le partite. La partita contro l'Inter sarà importantissima perché è la gara che tutti i giocatori vorrebbero giocare e tutti gli allenatori vorrebbero giocare; ma non è ancora decisiva, siamo ancora nella prima partite del campionato. Adesso recupereremo le forze per farci trovare pronti in vista della gara di domenica".