Stefano Pioli, in conferenza stampa, parla di Juve-Milan. 

ALLA SQUADRA - "Dirò che dobbiamo insistere, la prestazione è stata positiva ma non è sufficiente per ottenere delle vittorie. Lavorare meglio per avere un risultato positivo che avrebbe anche meritato".

CALO MENTALE - "I numeri grandi alla fine non mentono mai, se subiamo negli ultimi quarti d'ora significa che dobbiamo rimanere concentrati. Ci siamo allungati forse un po' troppo, ma ci sono stati gli episodi. Bonaventura aveva una palla che uno così non sbaglia, poi abbiamo preso gol. Non siamo stati attenti, determinati e compatti per evitare il gol. Sono situazioni che non possiamo sottovalutare. La crescita c'è, giocato alla pari con un avversario molto forte. Lo spirito è giusto, anche oggi è mancato quel pelino che ci dava un risultato comodo per lo spirito e l'ambiente. Non è sufficiente: devo chiedere di più, finché non miglioriamo la classifica dobbiamo stare lì con la testa e il cuore. Tutti dobbiamo metterci qualcosa in più, non meritiamo di stare lì. Abbiamo le qualità e lo stiamo dimostrando, ma ci vuole qualcosa in più".

CATTIVERIA - "Lo so, il risultato determina i giudizi. La squadra è stata cattiva, ha sgomitato con avversari superiori a noi. La squadra ha giocato con determinazione. Ci è mancata attenzione, qualità, occasioni di andare in vantaggio. La partita l'hai fatta come la dovevi fare. Non abbiamo giocato in punta di piedi, anche i giocatori con più qualità hanno aiutato". 

CLASSIFICA - "Come se ne esce? Dobbiamo essere preoccupati, così ci pensiamo di notte. E la classifica sarà appesa dappertutto a Milanello. Dobbiamo fare uno sforzo importante, così tireremo qualcosina di più fuori".

VS LA JUVE - "Sanno sfruttare tutte le zone del campo, anche da dietro senza mettere pressione a Bonucci o Pjanic potevamo andare in profondità. Abbiamo preferito dare pochi spazi centrali, magari qualcosina in più sugli esterni. Con due giocatori tra le linee che ci permettevano di dare fastidio, attaccare la profondità. Sviluppata bene, soprattutto nel primo tempo. Le squadre si sono allungate e abbiamo perso le distanze, poi. Ma abbiamo fatto bene. Non credo che non avessimo nulla da perdere, ma tutto da guadagnare. Risultato positivo a Torino, anche parziale? Sarebbe significato tantissimo. Prestazione buona ma manca il risultato che è la cosa più importante. I ragazzi non sono leggeri, l'hanno interpretata bene. Sull'impegno, lo spirito, la voglia di far bene con avversario più forte - e non c'è niente di male nel dirlo - poco da rimproverare. Lampante la situazione in cui abbiamo preso gol: ci manca poco per vincere le partite o per non perderle. Dobbiamo trovare quello che ci manca. La squadra ha dimostrato di credere ma manca qualcosa". 

Pioli: 'Juve? Abbiamo giocato alla pari'. Le parole a Sky