Diciamocelo chiaramente, Ronaldo è davvero imprescindibile nella prossima partita contro l’Ajax? No, perché ci sarebbe un suo efficace sostituto: Kean. Ma il cuor di leone Allegri, schiererebbe quasi sicuramente al suo posto, il più “affidabile” Mandzukic e allora la faccenda si farebbe più seria.
 
La manfrina Ronaldo, dunque, non avrebbe alcuna ragione di esistere, però l’allenatore toscano farà di tutto per renderla attuale fino alla fine, schierando uno dei suoi pupilli che per non giocare deve rompersi un malleolo o strapparsi un muscolo. Mandzukic, quest’anno, è stato davvero in tutte le parti del campo, ma ovunque era un’ombra: un giocatore che è un po’ di tutto, senza essere davvero bravo in qualcosa.
 
Speriamo poi che a sinistra torni Alex Sandro. Bonucci è già una garanzia per quanto riguarda la disastrosa fase difensiva. Rugani anche: timido e scolastico, non si ricorda una sua prestazione sopra le righe. Non avendo l’acqua alla gola, Allegri, come spesso gli capita, può perdere di fronte all’entusiasmo spavaldo di ragazzi increduli di potere arrivare fin qui, che, come al solito, fra un po’ saranno altrove, lasciando la loro squadra smontata e da rifondare.
 
Sì: la Juve, aiutata da una formazione sbagliata, potrebbe riaccasciarsi sugli allori, come è accaduto a Genova. Comunque diciamocelo senza ipocrisie: anche dovesse andare avanti non sarebbe un dramma. Anzi, meglio. Andasse in finale: lì sappiamo già cosa succederà, con o senza Ronaldo.