"Il prossimo mercato? Guardi, io faccio tutti i giorni una disamina di questa cosa - spiega Fabio Paratici alla Gazzetta dello Sport - Dico sì, ci vorrà un difensore: ci vuole, perché giocheremo tante partite e ci vuole nel futuro della squadra. In mezzo non so quanti giocatori si possano comprare migliori dei nostri. Se guardo il livello del nostro centrocampo e vado a vedere in Europa quanti reparti migliori dei nostri ci sono, faccio fatica a trovarne. Sono di quel livello Modric e Kroos, Busquets e Rakitic a Barcellona, De Bruyne al City, Pogba allo United. Rabiot, forse. Tutti questi giocatori però non sono acquistabili. Tu puoi fare un cambiamento rischiando di prendere uno più giovane, ad oggi inferiore ai nostri, e poi si vedrà. È una scelta. Però Bentancur è stato inserito in un reparto che aveva già dei titolari. L’anno scorso ha giocato 10, 15 partite, quest’anno 25. Se fai un’operazione del genere sicuramente puoi trovare dei giovani validi. Ma che possano subito migliorare i nostri, ne vedo pochi. 

Ramsey? Lo abbiamo preso, ma è un giocatore diverso dai nostri. Uno che nella nostra rosa non c’è. Ha più tecnica delle nostre mezzali, meno quantità, pur correndo molto è meno tignoso sulla fase difensiva, meno tattico. È uomo da ultimo passaggio, ha fiuto per il gol. Ramsey è un giocatore che secondo me non ha ancora mai trovato la sua posizione, perché non ha mai giocato mezzala a tre, che è il suo ruolo, capace come è di inserimento da dietro, di fraseggio. Oppure può giocare tre quarti dinamico, come Perrotta alla Roma per esempio...".