La notizia dell'esclusione di Cristiano Ronaldo dal podio del Pallone d'Oro, che verrà consegnato con una celebrazione il prossimo 3 dicembre a Parigi, ha lasciato il fenomeno portoghese e i tifosi della Juventus con l'amaro in bocca. La decisione appare clamorosa, considerando quanto fatto da CR7 nel corso del 2018: 37 gol in altrettante presenze ufficiali, con una rete ogni 85 minuti giocati. Di questi, 30 in 27 partite di campionato tra Real Madrid e Juventus, come nessuno è riuscito a fare in Europa in questo anno solare.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Cristiano Ronaldo (@cristiano) in data:


E NON SOLO - Ronaldo ha poi aggiunto in bacheca la quinta Champions League in carriera. Per altro conquistata da protagonista, senza saltare nemmeno un minuto e segnando almeno un gol in tutte le prime dieci partite della terza cavalcata consecutiva sul trono d'Europa del Real Madrid. Un Mondiale con 4 gol segnati in altrettante partite giocate, in una Nazionale, ad esclusione sua, non all'altezza delle migliori al mondo. E un trasferimento da record alla Juventus, con cui ha già segnato 9 gol in 15 presenze. 

Insomma, un rendimento all'altezza dei precedenti cinque Pallone d'Oro conquistati in carriera: i numeri a confronto nella nostra gallery dedicata.