Mattia Perin non sta vivendo un inizio di stagione facile alla Juventus. Tutt'altro, se si pensa che il portiere di Latina ha collezionato fin qui appena una presenza, contro il Bologna in campionato, su 15 partite giocate dai bianconeri fino a questo momento tra Serie A e Champions League. La striscia negativa è destinata a proseguire nella serata di domenica, con Wojciech Szczesny tra i pali nel big match contro il Milan. La prestazione del portiere polacco non è stata esente da critiche e polemiche nella sfida dell'Allianz Stadium contro il Manchester United, ma difficilmente Perin potrà trovare spazio contro i rossoneri. Il modo peggiore, insomma, per festeggiare i suoi 26 anni.

PERIN E' PRONTO - Perin, nato a Latina il 10 novembre del 1992, e tutti i tifosi bianconeri si sarebbero aspettati un inizio di stagione ben diverso, con una maggiore alternanza tra lui e Szczesny, soprattutto in campionato. Invece, dopo l'addio di Gianluigi Buffon, il suo possibile successore anche tra i pali della Nazionale, ha trovato pochissimo spazio nelle scelte di Massimiliano Allegri. La sicurezza di Szczesny, però, ha iniziato a vacillare dopo la seconda partita contro i Red Devils e, Perin è pronto a subentrare fin da subito in caso di nuove intercettezze da parte del polacco. Per ora, la Juventus non può apprezzare la pazienza e dedizione di Perin, che accetta con umiltà un ruolo da secondo dopo una stagione meravigliosa al Genoa.

IL MERCATO - Attenzione, però, alle voci di mercato che vogliono Perin già in partenza dalla Juventus, nonostante ancora si debba superare lo scoglio della prima metà di stagione a Torino. E ai bianconeri viene accostato con insistenza David De Gea, forte portiere del Manchester United, al momento in scadenza di contratto con i Red Devils il prossimo 30 giugno del 2019. Un secondo nemico, pur invisibile, sulla strada di Perin verso un posto da titolare nel futuro della Juventus. Per ora, tanti auguri Mattia!

Tutti i nomi sull'asse di mercato con Manchester nella nostra gallery dedicata.