Tra le priorità della Juventus sul mercato c'è quella di confermare Alvaro Morata in bianconero. La decisione della società è stata sempre la stessa già da prima che l'attaccante lasciasse l'Italia per aggregarsi al ritiro della Spagna in vista dell'Europeo, con la convinzione di tornare a Torino per la prossima stagione. Da capire solo come. Perché al momento il giocatore è stato informato della volontà del club ma non a livello formale; nel frattempo è cambiato allenatore con l'arrivo di Allegri al posto di Pirlo e direttore sportivo, con la promozione di Federico Cherubini che sostituisce Paratici.

LE CIFRE - Il giocatore da parte sua sarebbe contentissimo di rimanere alla Juve che rappresenta la sua prima scelta per la prossima stagione, l'Atletico Madrid non ha intenzione di riportarlo in Spagna ma per mettere tutti d'accordo bisogna rivedere le cifre dell'affare. In estate i due club erano d'accordo per un prestito di 10 milioni con diritto di riscatto fissato a 45 e la possibilità di rinnovare il prestito di fronte a un pagamento di ulteriori 10 milioni (in questo caso il riscatto alla fine del 2021-22 scenderebbe a 35).

LA TRATTATIVA - L'idea della Juve è proprio quella di tenere ancora un altro anno Morata in prestito, cercando però di abbassare la richiesta dell'Atletico nonostante gli accordi già presi a settembre scorso. L'Atletico però non è convintissimo di fare sconti sul prestito, come racconta Calciomercato.com, ma aprirebbe a un'eventuale trattativa per quando riguarda il riscatto immediato. Contatti in corso e parti al lavoro in cerca di una quadra per tenere ancora Morata a Torino. La sensazione è che in un modo o nell'altro il giocatore resti alla Juve e che l'affare si chiuda, magari provando anche ad aprire qualche scambio che possa favorire entrambi i club sia sul bilancio che sul campo.