Paolo Maldini, a Rai Sport, parla di Milan-Juve.

ANALISI - "Il rigore? Ci sono regole ancora da interpretare, questa sera non mi soffermerei su questo, neanche sugli squalificati. Sono qui per fare i complimenti alla squadra, all'allenatore. Grande qualità per la Juve, soprattutto nella fase centrale. Usciamo molto più forti rispetto a come ci sentivamo ieri". 

RIMPIANTO - "Dobbiamo ancora migliorare, non siamo arrivati al livello massimo. Dobbiamo essere più cinici e segniamo troppo poco per quanto creato. Il calcio è questo, quando giochi con una squadra di grande qualità". 

ASSENZE - "Fuori Ibra, Castileljo, Theo. Ma dicevo prima ai suoi colleghi che 11 giocatori li avremo e daranno battaglia, con questo spirito non abbiamo limiti".

ROVINATO - "Le ammonizioni? Quando c'è una partita così ti dimentichi anche le cose che possono succedere, sei preso dalla foga. Chiediamo di essere coraggiosi, battaglieri. La quadra ha fatto un alto i qualità, la partita con l'Inter ci poteva ammazzare. Dopo aver giocato così bene prendere 4 gol poteva ammazzare chiunque, invece abbiamo tracciato un'altra strada". 

MERITI - "Di tutti. Pure del pubblico, la gente ha voglia di vedere buon calcio".