Vince la Juventus anche l'ultima giornata di campionato al Vismara contro il Milan. Il risultato è di due a uno e le marcatrici sono prima Annahita Zamanian e a firmare il raddoppio è Sofie Junge Pedersen a cui risponde in recupero Boureille. Questi i nostri voti: 
                
APRILE 6,5 - Coraggiosa nel primo tempo in uscita quando si fa travolgere da Thomas. Non si fa mai cogliere di sorpresa.

HYYRYNEN 6,5 - Oggi capitano. Corre molto e si propone in avanti spesso, 

LENZINI 6 - Inizio non preciso quando Thomas in velocità la sorprende ma poi una prestazione di grande personalità.

SEMBRANT 6 - Partita sufficiente. Attenta in chiusura, sfiora anche la rete con un colpo di testa. Dal 63' Lundorf 6 propositiva, ci prova sempre.

NILDEN 6,5 - Luci e ombre, alterna momenti in cui si propone molto a momenti di assenza. Nel complesso una partita sufficiente.

ZAMANIAN 7,5 - Primo gol stagionale, gioca in posizione molto avanzata. Inventa gioco ed è una delle sue migliori partite. Una grande prestazione ed è la migliore in campo. 

PEDERSEN 7 - Lotta, conquista palloni e non si arrende mai. Va anche a segno per il raddoppio della Juventus su assist di Staskova. Dal 63' Cernoia 6,5 come sempre lotta su ogni pallone e costruisce gioco. 

GROSSO 6,5 - Gioca e si inserisce bene, sfiora anche la rete. Molto brava a muoversi tra le linee. Dal 74' Rosucci S.V.

BONANSEA 6,5 - Non una delle sue migliori partite. Si accende in un'occasione quando fa sporcare i guantoni a Giuliani ma poche altre occasioni. Dal 63' Arcangeli 6 - esordio assoluto in Serie A dopo le presenze in Coppa Italia. Si mostra subito con grande personalità.

STASKOVA 6,5 - Forse con un pizzico di fortuna fornisce l'assist per Sofie Pedersen. Spalle alla porta combatte molto e riesce a far rifiatare la squadra nei momenti di difficoltà. 

HURTIG 6 - Spreca parecchie occasioni. Certo, Alia Guagni è un difensore di grande esperienza e infatti non le concede molto spazio. Dal 74 Girelli S.V.

All. Montemurro 7 - Anche in turnover la sua Juventus domina la partita, nonostante sia già vinto lo Scudetto. L'obiettivo ora resta il triplete domenica prossima con la finale di Coppa Italia.