Il futuro di Mario Mandzukic sembra ormai essere deciso, lontano dalla Juventus. L'arrivo di Maurizio Sarri in panchina ha di fatto "vanificato" il rinnovo di contratto della scorsa primavera, firmato per allungare l'accordo dal 2020 al 30 giugno del 2021. Il croato, che con Massimiliano Allegri era uno tra gli intoccabili, sia in rosa che nella formazione titolare, non ha le caratteristiche più adatte al gioco del nuovo allenatore e, in particolare in queste ultime settimane, Fabio Paratici è alla ricerca di una nuova sistemazione per il suo futuro. Dopo che, nelle ultime ore di mercato in Premier League, è sfumata la pista Manchester United, restano ora vive due ipotesi per il ritorno in Bundesliga. E, se il Borussia Dortmund pare essersi defilato di fronte ai 5.5 milioni di euro all'anno di ingaggio, il Bayern Monaco c'è. Eccome.

I DETTAGLI DELL'AFFARE - Il club tedesco, infatti, è disposto a garantirgli un contratto almeno biennale alle condizioni attualmente valide alla Juventus. Resta ancora da trovare un accordo con i bianconeri che, però, da parte loro non vedono l'ora di poter sbloccare le cessioni, considerati gli almeno sei tagli da effettuare in queste ultime settimane di mercato per completare una lista corretta per la prossima edizione di Champions League e provare a sistemare i bilanci dopo i tanti affari in entrata. Motivo per cui i bianconeri si accontenteranno di una cifra compresa tra i 10 e i 15 milioni di euro per il cartellino di Mandzukic, che potrebbe quindi far ritorno al Bayern Monaco, con cui ha vinto tutto tra il 2012 e il 2014.