Davide Lippi, procuratore tra gli altri di Giorgio Chiellini, ha così parlato a Radio Radio: "Perché Chiellini non ha ancora firmato il rinnovo? Perché i contratti si firmano in due. Al momento ancora non ci siamo seduti, ma tutto con serenità. Se si presenta qualcun altro? Al momento non si è presentato nessuno, aspettiamo la Juventus per sedersi. È una follia pensare a Chiellini lontano da un campo da calcio in questo momento. Mio padre mi disse: finché questi giocatori hanno un fuoco che arde, una passione, sono diversi e più forti degli altri. E Giorgio la passione ancora ce l’ha. Di sicuro non smette, aspettiamo la Juve. Non mi meraviglierebbe se mi chiamasse qualcuno, ma di sicuro non giocherà in squadre italiane diverse dalla Juve. Per un mese non ha voluto pensare al contratto, oggi conta solo che abbia vinto l’Europeo". 

A PROPOSITO DI PAPÀ MARCELLO - "Gli piacerebbe fare il dirigente. Per ora non c’è mai stata la possibilità, nemmeno alla Juve. È un peccato che uno come lui non sia nel calcio, spero che qualcuno gli dia la possibilità di rientrare, può dare tanto a livello dirigenziale, di presidenti… Non c’è una volta che io parli con lui senza che mi abbia dato una visione migliore. Il calcio ha bisogno di persone come lui".