La serata del Moccagatta di Alessandria ieri ha messo in mostra l'ennesimo talento di casa Juve: il 19enne portoghese Felix Correia. Ci ha messo un tempo per prendere le misure della Pro Sesto, poi nella ripresa ha orchestrato la rimonta dell'Under 23 (da 0-1 a 2-1) inventando l'azione del pari di Di Pardo e mettendosi in proprio per la rete del sorpasso, un destro a giro celestiale all'incrocio. 

CHI È - Correia a dire il vero non è un prodotto del vivaio bianconero, ma dello Sporting Lisbona. Già, stesso settore giovanile di Cristiano Ronaldo. E in comune con CR7 ha anche il ruolo: esterno offensivo, destro naturale, a proprio agio su tutti i fronti ma letale se può rientrare da sinistra a piede invertito. L'anno scorso ha giocato con buona continuità in Olanda, nella "squadra B" dell'Az Alkmaar. Ma era di proprietà del Manchester City, club dal quale la Juve l'ha prelevato quest'estate, scambiandolo con Pablo Moreno. Ma l'Italia l'aveva già incontrata, a luglio 2019: Europei Under 19, Portogallo batte azzurrini 3-0, Correia spadroneggia, fa gol e assist. Inizio di un cammino che per i lusitani si ferma solo in finale, persa contro la Spagna di Ferran Torres.

L'AVVENIRE - Con Correia parliamo dunque di un giocatore passato al professionismo poco più che maggiorenne, riuscendo a sfornare 3 gol e 5 assist nella seconda serie olandese e imponendosi come punto fermo delle nazionali giovanili del suo Paese. E che ora si appresta a disputare la nostra Serie C all'interno di un ambiente importante e vincente come quello della Juventus. Sia Pessotto che mister Zauli nelle loro ultime dichiarazioni hanno portato l'esempio di Gianluca Frabotta come modello e stimolo per i ragazzi dell'Under 23 bianconera: la dimostrazione che dalla seconda squadra si può arrivare alla prima. Di certo le fasce offensive, tra Ronaldo, Kulusevski, Bernardeschi e Douglas Costa (o Chiesa? Il mercato ce lo dirà) sono un po' più ostruite rispetto a quelle dei terzini dove si sta inserendo Frabotta. Ma se il talento c'è ed è rigoglioso, la speranza è sempre lì all'orizzonte.