La Juventus insiste per Willian, esterno brasiliano del Chelsea. Il classe '88, infatti, è in scadenza di contratto al 30 di giungo e ancora non ha certezze su quello che sarà il suo futuro. I bianconeri sono sulle sue tracce da tempo, anche se l'emergenza coronavirus ha dilatato i tempi del mercato: nel caso dei parametri zero, però, queste regole non valgono. Infatti, il 30 giugno il suo contratto scadrà a prescindere, motivo per cui il giocatore dovrà prendere una decisione al più presto. Come ha riportato il Mail, in Inghilterra sono convinti che possa firmare un mini-prolungamento, che gli consenta di portare a termine la stagione, ma dopo potrebbe essere divorzio.

LONDRA - La città gioca un ruolo fondamentale in questa trattativa. Già. perché la Juve ha appeal e prestigio, ma Willian ha dichiarato a più riprese di trovarsi bene a Londra. Tanto da chiedere al Chelsea un rinnovo triennale, speranza disattesa dall'offerta, di soli due anni, che ha poi fatto saltare il banco. Per questo, salgono le quotazioni del Tottenham, che nei mesi scorsi si era avvicinato al giocatore. Ma più che il fattore ambientale, potrebbe essere lo spogliatoio a giocare un ruolo decisivo. E quello bianconero, complici i brasiliani Alex Sandro e Danilo, potrebbe essere accogliente: se non altro, anche per la presenza di Maurizio Sarri, già avuto nella stagione insieme al Chelsea. 

SARRI - Sul tecnico toscano, Willian ha sempre speso belle parole: ​“La sua idea tattica era molto interessante, gli piace il bel gioco e insiste sul possesso palla. Voglio ricordare che con lui abbiamo vinto un titolo molto importante come l'Europa League e che siamo arrivati davanti a altre squadre forti, piazzandoci terzi in Premier”. Vittoria a parte, il legame tattico che si è creato potrebbe ritornare utile, qualora la società decidesse di puntare definitivamente su di lui. Il colpo conviene, il giocatore è di alto profilo anche se trentunenne, in più, sponsorizza Sarri. Il tempo per pensarci su, però, sembra concluso.