Su JTV ecco l'intervista a Filippo Ranocchia, metronomo della Juventus Under 23: ​"Con la Lucchese è stata una partita difficile contro una squadra molto insidiosa. Venivano da parecchie sconfitte consecutive ma li abbiamo affrontati con la giusta determinazione e voglia di vincere. Continuando con questo carattere i risultati arriveranno. Sono contento di aver disputato fin qui tutte le partite con l'Under 23, rispetto alla Primavera la Serie C è un campionato molto più aggressivo, e c'è ovviamente un'esperienza diversa tra gli avversari che la rendono una categoria difficile. Il bel gol decisivo che ho realizzato contro la Giana Erminio? Prima di ricevere palla avevo già l'idea di tirare in porta, non ci ho pensato due volte e fortunatamente è entrata: uno dei miei gol più belli".

GLI ALLENATORI - "Con mister Zauli c'è un rapporto di stima reciproca, sia l'anno scorso che quest'anno mi trovo molto bene con lui ma con tutto lo staff. Compreso Mirko Conte che ora, in sostituzione di Zauli (positivo al Covid-19, ndr) ci sta dando una grossa mano ad affrontare le partite. La prossima gara col Como? Sarà molto difficile come tutte, per quanto diversa da quella con la Lucchese. Dovremo mettere la stessa voglia di vincere mostrata fino adesso, affrontandola concentrati per portare altri 3 punti a casa". MODELLI E OBIETTIVI - "Giocare più possibile, come sto facendo, segnando anche qualche gol. Non ho un idolo in particolare, ma guardo molte partite e cerco di prendere il meglio da tanti giocatori. Devo migliorare in fase difensiva, sono ancora carente rispetto a quella offensiva. E poi devo assolutamente lavorare sul colpo di testa".