Per arrivare arriverà, anche se probabilmente non molto prima del fotofinish. Entro la fine del mese la Juve rinforzerà la rosa - anche solo a livello numerico - con un vice di Dusan Vlahovic, un attaccante che possa dare un po' di respiro al serbo ma anche affiancarlo in campo quando ce ne sarà bisogno. Come scrive Tuttosport, il casting procede ma i nomi in lista si stanno riducendo di giorno in giorno: rispetto all'inizio della settimana, infatti, sono stati depennati quelli di Dries Mertens e Giacomo Raspadori, mentre in cima rimane sempre Alvaro Morata. La strada per arrivare allo spagnolo è in salita, ma i bianconeri non vogliono rinunciare a fare un ultimo tentativo: il momento buono sarà già domani a Tel Aviv, dove la squadra di Massimiliano Allegri affronterà in amichevole l'Atletico Madrid e la dirigenza potrà confrontarsi con i Colchoneros per cercare una formula alternativa al pagamento dei 30 milioni di euro richiesti per riportarlo a Torino entro la fine del mercato.

Da questo punto di vista l'ottimismo non abbonda in casa Juve, motivo per cui sono già state imbastite alcune operazioni parallele. La prima è quella che riguarda Luis Muriel, che a giugno si svincolerà dall'Atalanta: finora i due club sono risultati lontani da un punto di incontro, con i nerazzurri fermi sulla loro richiesta di 15 milioni di euro e la Vecchia Signora in fase di riflessione anche su un possibile scambio, con un giocatore però non ben identificato. I contatti, comunque, proseguono, grazie anche all'agente Alessandro Lucci con cui si sta discutendo senza soluzione di continuità di Filip Kostic. Ancora, la lista della Juve si completa con Anthony Martial del Manchester United e soprattutto Memphis Depay, che dopo l'arrivo al Barcellona di Robert Lewandowski ha fatto muovere il suo entourage per verificare la possibilità di cambiare squadra. I lavori, dunque, sono in corso, su almeno quattro fronti. Ciò che è certo è che entro la fine del mese Dusan Vlahovic avrà un nuovo compagno d'attacco.