C'è una priorità: rialzare il muro. E' questa la prima missione dell'Allegri 2.0, che riguarda la difesa: ridare solidità al reparto su cui sono stati costruiti i nove scudetti consecutivi, ma che negli ultimi due anni ha fatto molta fatica. La Juve ha sempre subito meno gol di tutti in otto dei nove campionati chiusi con la vittoria, mentre con Sarri e Pirlo è scalata piuttosto indietro in questa classifica. Sono stati 81 (43+38) i gol incassati in due anni da una Juventus troppo morbida per essere vera. E’ stato il primo, chiaro campanello d’allarme di una Juve che si è persa qua e là senza Allegri. E con questo obiettivo riparte. Una squadra che tra Conte e Allegri una sola volta ha toccato il picco di 30 gol, restandone sempre al di sotto. Ora, sottolinea il Corriere dello Sport, Max dovrà invertire la rotta: solidità, attenzione, equilibrio, atteggiamento, coperture e fisicità a centrocampo per chiudere la difesa a doppia mandata e ritrovare le certezze di un tempo. I protagonisti? Chiellini e Bonucci al centro, con un De Ligt in più, che può fare tutta la differenza del mondo. Sulle fasce, Cuadrado e Danilo, oltre ad Alex Sandro. L'obiettivo è chiaro.

La difesa delle ultime 10 Juventus: tutti i gol incassati, eccoli nella nostra gallery