Uno esclude l'altro. Un grande colpo a centrocampo ci sarà, perché la Juve deve e vuole rinforzare quel reparto bersagliato dagli infortuni nell'ultima stagione, ma soprattutto quello in cui è necessario aggiungere un po' di brio, un guizzo in più. Ecco quindi che Paratici si è messo subito al lavoro con l'obiettivo ben chiaro: portare a casa un centrocampista forte, dominante e con grande qualità. La lista dei nomi porta diverse alternative, con Rabiot presente così come Zaniolo, ma con due nomi in cima: Paul Pogba e Sergej Milinkovic-Savic. Uno esclude l'altro, va da sè, visto che i due sono simili per caratteristiche e per costi, molto elevati.  LA SITUAZIONE - Più economico il serbo, nonostante le richieste della Lazio e di Lotito, più oneroso il francese, sia per ingaggio (13 milioni di euro circa) sia per cartellino. Anche se, in questo caso, la Juve ha una chiave: le contropartite. Douglas Costa, Cancelo, Alex Sandro e, persino, Paulo Dybala: nomi papabili per abbassare le pretese del Manchester United e investire esclusivamente o quasi sul suo ingaggio. Nomi per battere la concorrenza su tutti del Real Madrid, perché Pogba è e resta il sogno che può diventare realtà. Ma Milinkovic non tramonta, perché - come raccontato nelle settimane scorse - c'è già un accordo di massima sull'arrivo a Torino. Promesse sulla parola, idee e possibilità di inizio mercato. La Juve è al bivio.