Se la Juventus è lontana dalla vetta non è a causa di una incapacità a gestire le grandi partite, ma a interpretare al meglio le sfide con le squadre che invece sono alla sua portata. Lo testimoniano i numeri: tra Serie A e Champions League, infatti, i bianconeri hanno perso solo contro il Napoli. Hanno vinto contro Roma, Chelsea e Lazio, pareggiato contro il Milan e l'Inter. All'orizzonte ci sono il return match di Londra e l'ultimo scontro diretto con una big, l'Atalanta: dopodiché, il calendario potrebbe favorire addirittura la rimonta in campionato.

SCONTRI DIRETTI - Restando sul campionato, e considerando come big la Juve, le milanesi, le romane, il Napoli e l'Atalanta, il bilancio è decisamente positivo per Allegri: solo 1 ko (a Napoli, che a poche ore della partita con l'Inter è l'unica squadra ancora imbattuta), 2 vittorie (Roma e Lazio) e 2 pareggi (Milan e Inter). Solo il Milan ha fatto meglio, per adesso: ha incontrato tutte le big tranne il Napoli, conquistando 11 punti (pareggi con Inter e Juve, vittorie con Roma e Atalanta in trasferta, e con la Lazio in casa). La Lazio invece si è fermata a 7, in attesa di giocare anche lei contro il Napoli (vittorie con Roma e Inter, pareggio con l'Atalanta, ko con Milan e Juve). Il Napoli ha raccolto 4 punti, ma ha affrontato solo Juve (battendola) e Roma (0-0): è quella che adesso ha il calendario peggiore. A seguire l'Inter (3 punti per i pareggi con Milan, Juve e Atalanta; un ko con la Lazio), l'Atalanta (2 punti per i pareggi con Inter e Lazio, ko col Milan) e infine la Roma (pareggio col Napoli, poi sconfitte con Milan, Juve e Lazio).

CALENDARIO E RIMONTA - Il sogno rimonta della Juve passa quindi dal calendario. Dopo la sfida col Chelsea, decisiva per la testa del girone di Champions, l'ultimo scontro diretto con l'Atalanta. Dopodiché, fino a Natale sarà tutto molto in discesa: trasferta a Salerno, poi in casa col Genoa e Malmo, quindi doppio impegno lontano da Torino a Venezia e Bologna, infine il Cagliari all'Allianz Stadium il 21 dicembre. Un mese morbido, ma solo sulla carta visto che la Juve ha fatto fatica, sin qui, proprio con le piccole.

GENNAIO, MESE DURISSIMO - Sarà fondamentale ricucire lo strappo, dato che invece gennaio sarà un mese molto complicato. Alla ripresa, infatti, la Juventus affronterà in tre giorni Napoli e Roma. Poi si giocherà la Supercoppa con l'Inter, quindi riceverà l'Udinese prima di tornare a San Siro al cospetto del Milan. Allegri si gioca una stagione in due mesi.