Il mercato della Juve è scivolato via tutto sommato rispettando i piani. Anche se alcuni problemi di organico subito apparsi evidenti sono rimasti tali, non per caso ma per scelta: confermare sostanzialmente lo stesso pacchetto di terzini per intervenire in altre zone del campo fa comunque parte di decisioni condivise, per quanto in un mondo ideale la Juve avrebbe cambiato subito anche in quelle posizioni di campo. Così la stagione è stata impostata con quattro terzini di ruolo: Alex Sandro, Cuadrado, Danilo e De Sciglio in rigoroso ordine alfabetico, allargando il roster a cinque giocatori in caso di 3-5-2 potendo contare anche su Kostic. Ma questo pacchetto di giocatori è destinato a essere rivoluzionato, anche se tra una stagione. Fa già parte dei piani, tra chi è destinato a salutare a fine contratto dopo aver condizionato abbondantemente l'ultima sessione di mercato: è il caso soprattutto di Alex Sandro, la cui presenza con ingaggio monstre è stata tanto ingombrante da impedire un cambio di guardia nella sua posizione, ma per certi versi anche Cuadrado ha imposto ragionamenti simili. Destinato a rinnovare il contratto (scadenza 2024) e a confermarsi leader anche per il futuro Danilo, mentre De Sciglio si giocherà lungo tutta la stagione il ruolo di rincalzo insieme a chi è destinato a dimostrarsi all'altezza lontano da Torino, come Pellegrini e soprattutto Cambiaso, rispettivamente all'Eintracht Francoforte e al Bologna. In tutto questo la Juve ha visto cambiare squadra a prezzi assolutamente alla portata ben quattro giocatori a lungo seguiti, corteggiati, trattati. E che ora sono diventati degli autentici rimpianti.


Scopri chi sono in gallery