Il centrocampista del Monza, in prestito dalla Juve, Nicolò Rovella, ha parlato in conferenza stampa dal ritiro della Nazionale Under 21. Il classe 2001 è tornato sulla partita contro l'Inghilterra, in cui gli azzurri hanno perso 2-0: " Contro l'Inghilterra nei primi 10-15 minuti siamo stati colti di sorpresa avendo incontrato nelle qualificazioni squadre di livello un po' più basso, poi dopo abbiamo giocato molto meglio di loro che sono quasi tutti titolari in Premier. Risultato a parte la prestazione è stata buona. Per le occasioni create meritavamo di fare il gol". Sempre riguardo la nazionale, Rovella ha aggiunto: "La chiamata in Nazionale maggiore rimane un sogno per me ma indossare questa maglia è sempre un onere e un onore. Contro il Giappone vogliamo fare una bella prestazione, cercheremo di vincere soprattutto per il morale.

Rovella ha poi affrontato anche il tema legato alla Juventus e come è arrivata la decisione di lasciare Torino per trasferirsi in prestito al Monza: "Sia io sia Allegri, con Cherubini e Nedved, abbiamo deciso che per me, avendo ancora 20 anni, la cosa più importante era giocare. In quel ruolo specifico, nelle grandi squadre, è difficile trovare continuità. Ho preferito andare a giocare, fare esperienza per essere un giorno più pronto per giocare ad alti livelli".