Non sarà la prima volta, questo pomeriggio contro l'Atalanta, che la Juventus si troverà a recuperare un match rinviato per maltempo. Gli ultimi decenni bianconeri regalano qualche precedente che vale la pena ripercorrere. 

JUVENTUS - LEEDS E' un ricordo poco piacevole quello del 27 maggio 1971 legato alla finale d'andata di Coppa delle Fiere del 1971. A Torino si gioca Juventus-Leeds United, ma a inizio secondo tempo il match viene sospeso per pioggia sullo 0-0. Si gioca il giorno dopo, ma nella notte tra un match e l'altro muore l'allenatore Armando Picchi. La gara, in un clima di lutto, finisce 2-2 (reti juventine di Bettega e Capello). Al ritorno sarà 1-1 (Anastasi), con il Leeds a sollevare il trofeo. 

JUVENTUS - LAZIO Il 13 gennaio 1985 i bianconeri Juve-Lazio al Comunale viene sospesa dopo 23' dall'arbitro Casarin, perché piove troppo. Il recupero si gioca, in una giornata di sole, il 30 gennaio: decide un tocco da distanza ravvicinata di Michel Platini, al minuto 70.

I DERBY Finisce 1-1 il Derby della Mole del 10 dicembre 1990, stracittadina insolità perché si gioca di lunedì. Il giorno prima una nevicata aveva reso impraticabile il "Delle Alpi". La sfida contro il Torino è emozionante, i granata a passano in vantaggio con Policano, poi pareggia Roberto Baggio su punizione a un quarto d'ora dal termine. Anche nel 1994 il Derby viene rinviato a causa della drammatica alluvione che colpisce il Piemonte. Si recupera il 25 gennaio successivo, con successo del Torino per 3 a 2 (non basta una doppietta di Vialli, che risponde due volte a Rizzitelli: è Angloma a decidere il match).

IN CHAMPIONS - Ancora più particolare è l’episodio della Champions League 2001/2002. Siamo nella seconda fase a gironi, prima giornata: la Juve deve affrontare il Bayer Leverkusen ma la nebbia, il 21 novembre 2001, è troppo fitta. Si posticipa di una settimana e, caso incredibile, il panorama è esattamente identico. Ancora nebbia. Si opta allora per giocare il giorno dopo, il 29 novembre, ma in un insolito orario pomeridiano. La Juve strapazza i tedeschi con quattro reti: due volte Trezeguet, Del Piero e Tudor.