La Juve Primavera perde imbattibilità e primato. Una prova deludente da parte di diverse individualità che non hanno dato il solito apporto. Un passo falso da cui ripartire: domenica ci sarà il derby contro il Torino.

GAROFANI 6 – Incolpevole sui gol subìti, per il resto dà la consueta sicurezza al reparto
 
MULAZZI 5.5 – Dalle sue parti arrivano sempre cross interessanti, copre bene ma in occasione del 2 a 0 si fa sorprendere da Ellertsson che gli passa alle spalle
 
RICCIO 6.5 – Indemoniato, lotta su ogni pallone. Si arrende solo a causa di un problema muscolare (Dal 35' NZOUANGO 6 - Diversi buoni interventi difensivi, non sbaglia nulla)
 
DE WINTER 5.5 - Nel complesso la sua non è una brutta partita: pesa, però, un errore in marcatura in occasione dell'1 a 0 
 
NTENDA 6.5 – La Spal gioca stretta e non lascia spazi: il suo lavoro di partire largo per entrare dentro al campo è prezioso per far salire la squadra (Dall'80' BONETTI s.v. - Una decina di minuti all'arrembaggio)
 
MIRETTI 6 – Parte molto bene, con un'imbucata precisa al millimetro per Cerri. Con il passare del tempo si spegne e la squadra ne risente
 
OMIC 6 – Meglio in fase di interdizione che in costruzione (Dal 67' SEKULOV 6.5 - Il suo ingresso è benzina nelle gambe della squadra)
 
ILING 5 –Non riesce mai ad andare via agli avversari, un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni
 
SOULE 6 - Oggi soffre maledettamente la fisicità degli avversari e questo gli impedisce di sprigionare tutta la sua fantasia (Dal 67' TURICCHIA 6 - Lotta in mezzo al campo e impedisce le ripartenze avversarie)
 
CHIBOZO 5 – Questa sera il suo contributo è insufficiente, tanti errori in appoggio (Dall'80' COTTER 6.5.- dà speranza alla Juve con un gol allo scadere, manca il areggio per una questione di millimetri)
 
CERRI 5 – Nel primo tempo si divora un'occasione d'oro e non contribuisce alla manovra
 
All. BONATTI 6 - Passo falso della sua squadra che non riesce a trovare la chiave per sfondare il muro eretto dalla Spal