La Juve Primavera perde 2 a 1 contro l'Empoli e viene eliminata dai playoff scudetto al primo turno. Tanta amarezza, ma la squadra bianconera è arrivata scarica fisicamente ed ha pagato le tante assenze pesanti.

GAROFANI 7 – Non ha colpe sul primo gol che, anzi, arriva dopo un suo paratone. Per il resto è sempre attento e, dai suoi piedi, spesso nascono le ripartenze bianconere
 
LEO 6 – Spinge a fasi alterne, nell'occasione del palo è bravo e sfortunato
 
DE WINTER 6 – Poco preciso in più di un'occasione, non dà la consueta sicurezza al reparto
 
NZOUANGO 6.5 – Sempre attento negli interventi difensivi
 
MULAZZI 7 – Nell'1 a 0 dell'Empoli ha delle responsabilità perché perde completamente di vista Ekong. Due minuti dopo si fa perdonare con il gol del pari che nasce da un'iniziativa individuale. In generale, un'altra, ennesima, prestazione più che convincente
 
SOULE 6.5 – Quando da destra si accentra per andare tra le linee sembra muoversi con i pattini sotto gli scarpini da gioco. Fluido, veloce, una spina nel fianco per l'Empoli. Dal 46' in poi, però, incide sempre meno (Dall'84' SEKULARAC s.v. - prova a dare una mano nell'arrembaggio finale)
 
OMIC 6 – Nel primo tempo prova di grande intelligenza, trova spesso la giocata giusta. Cala nella ripresa (Dal 70' CHIBOZO 5.5 - Contributo insufficiente)
 
TURICCHIA 6 – Se la Juve può permettersi di andare all'arrembaggio è anche perché a centrocampo c'è un calciatore come Turicchia. Non appariscente, ma il suo lavoro in interdizione è prezioso come l'oro. Nella ripresa, però, concede molto agli avversari (Dal 75' BONETTI 5.5 - potrebbe far ripartire la Juve ma commette alcuni errori tecnici che non lo permettono)
 
ILING 6.5 – Riesce con frequenza ad andare via sulla sinistra e creare occasioni da rete; non sempre, però, è nel vivo del gioco (Dall'84' DA GRACA s.v. - pochi minuti per fare la differenza)
 
MIRETTI 6 – Oggi manca il suo prezioso contributo. Qualche buono spunto, ma non è brillante come al solito
 
SEKULOV 6 – In fase offensiva è poco incisivo, se non nell'azione della traversa quando è bravo a buttarsi in mezzo e bruciare il diretto avversario. Grande spirito di sacrificio quando c'è da ripiegare e dare una mano dietro (Dall'84' CERRI s.v. - Una manciata di minuti all'arrembaggio)
 
All. BONATTI 6.5 - Paga le assenze e il fiato corto dei suoi. Ciò non toglie il grande lavoro fatto nel corso della stagione. Peccato, perché la vittoria finale era alla portata