Andrea Bonatti, allenatore della Juve Primavera, è intervenuto al termine della partita contro la Spal: "Questo è un campionato molto equilibrato. Si gioca su dettagli dove noi abbiamo avuto una crescita notevole. Con squadre con questa fisicità e 'anzianità' succede che paghiamo qualcosa. Hanno gamba per ripartire, si chiudono bassi, hanno struttura fisica, gamba per rientrare e raddoppiare, diventa tutto più complicato se poi alla prima occasione passano in vantaggio. Noi restiamo concentrati sugli elementi che ci permettono di acquisire esperienza. Oggi abbiamo fatto una buona partita, se Cotter fa il secondo gol allo scadere è tutto diverso, ma fa parte del gioco. Ci teniamo il coraggio che abbiamo avuto da inizio stagione, la scelta in controtendenza di dare fiducia ai giovani"
COTTER - "Contenti, nell'amarezza, che abbia fatto gol. Può farsi valere nello stretto, un buon mancino, non ha avuto troppo spazio perché ha davanti compagni che stanno facendo bene. È un ragazzo sempre disponibile, ben voluto dai compagni, quando segnò contro il Sassuolo tutta la panchina si alzò per abbracciarlo"
RICCIO - "Non so nulla, credo sia un problema al flessore. Complimenti a Nzouango, entrato a freddo e protagonista di un'ottima prestazione"
ATTACCO - "Capitano le giornate storte, c'è stata anche sfortuna. Potevamo essere più rapidi, contro una squadra fisica. Non dovevamo entrare nei duelli. Potevamo essere più reattivi nell'aggressione alta. I ragazzi meritano un plauso per quello che stanno facendo, in un campionato dove regna l'equilibrio"
DERBY - "Emotivamente può non essere come le altre, ci giochiamo qualcosa di straordinario e il nostro focus non cambia"
RIFORMA PRIMAVERA - "A livello giovanile, più giocano e più hanno l'opportunità di mettersi in mostra"