Da una parte Daniele Rugani, al centro di tante vicende di mercato. Dall'altra Nikola Milenkovic, che sembra sempre più vicino al rinnovo con la Fiorentina, che farebbe di conseguenza crollare il "prezzo di favore" fissato a 15 milioni di euro. E la Juve? Se dovesse perdere il centrale cresciuto in bianconero, a quel punto non avrebbe la prima alternativa per il rimpiazzo. O forse sì.  LA SOLUZIONE INTERNA - Anzi: probabilmente ce l'ha già. A quel punto, la Juve potrebbe semplicemente accontentarsi dell'acquisto di Kostic, che andrebbe a rimpolpare la linea degli esterni (il serbo può giocare a sinistra tranquillamente, soprattutto in caso di difesa a tre). I centrali a quel punto resterebbero quattro, perché a scalare nelle gerarchie sarebbe Danilo, sempre più orientato verso quella posizione. Allegri considera il brasiliano un jolly della difesa, importante nell'uscita palla al piede e ancor più determinante nella sua duttilità. Per questo, se anche non dovesse arrivare Milinkovic, la Juve potrebbe far partire ugualmente Daniele Rugani. "Scala" Danilo, pronto a sacrificarsi per i bianconeri ancora una volta.