Maurizio Sarri parla alla vigilia del match di campionato contro il Milan: "Sono una buona squadra che ha non ha fatto una buona fase iniziale di stagione, nella partita singola può fare una buona partita. Dobbiamo giocare con un'intesità difensiva diversa e stare in campo in modo diverso rispetto all'ultima partita".

RONALDO - "Ancora non so come sta. Ieri era con i fisioterapisti. Vediamo che riuscirà a fare oggi e domani mattina. So per certo che non ha niente di grave, solo un piccolo dolore al ginocchio che durante la partita lo squilibria dal punto di vista degli appoggi".

DE LIGT - "Abbiamo due allenamenti, ieri ha fatto qualche prova in campo. Oggi torna in gruppo, vediamo come va".

MILAN - "Sono in ricostruzione, stanno gettando le basi con tanti giovani, quanto tempo ci vorrà non lo so".

RAMSEY - "Ha qualità tecniche importanti, può essere utile da trequartista o mezzala. Dipende dall'interpretazione che si da al ruolo di trequartista. E' un ragazzo che in un centrocampo solido può fare anche l'interno. Da trequartista può dare equilibrio ma può fare tutti e due i ruoli. Ieri ha fatto defaticante, vediamo oggi che reazione può avere dopo un allenamento più sostanziale".

BONUCCI - "Se ne posso fare a meno? La reazione è insita nelle mie scelte. In questo momento penso che la squadra abbia bisogno di lui per esperienza e organizzazione difensiva. Spero di poterlo fare riposare in futuro. In questa prima parte di stagione per noi è stato fondamentale".

CRESCITA - "Soprattutto dal punto di vista individuale. Se crescono 3-4 singoli può crescere anche la squadra. Nell'ultima partita cambiando 6-7 giocatori qualche errore di troppo a livello di posizione l'abbiamo fatto. Dei margini ci sono certamente".

DOUGLAS COSTA - "Può svariare come ha fatto a Mosca. C'era traffico e ha inizato a decentrarsi più a sinistra che a destra. Nel compito di trequartista c'è anche quello: sapersi muovere per vie esterne. Noi però abbiamo bisogno di un trequartista che ci dia equilibrio. Secondo me da un punto di vista tattico sono state molto sottovalutate le prove di Bernadeschi".

HIGUAIN - "Dente avvelenato? Ce l'avrà anche il Milan con lui. Che abbia bisogno di motivazioni lo dice la sua storia. Sta bene fisicaente e mentalmente. Ci può dare e ci sta dando. Ci sta dando tanto dal punto di vista del gioco, può fare di più dal punto di vista realizzativo".

RITIRO - "Non andiamo in ritiro se la partita è serale. Se pomeridiana andiamo in ritiro normalmente. Se riesci a togliere un po' di dispendio di energie mentali e nervose con ritiri e storie credo che sia meglio. Ci permette di spendere energie mentali in meno. Il ritiro è facoltativo e spesso tanti giocatori vengono".

VOTO - "Il limite è che la squadra non riesce ancora a disintegrare e chiudere le partite come i numeri fanno presupporre. La forza è che la squadra cerca la vittoria fino alla fine. E' un limite di mentalità e una forza caratteriale. I voti? Mi stavano antipatici anche quando li davano i professori ne farei volentieri a meno".

NAPOLI - "Da 6-700 km di distanza non ho la presunzione di capire cosa è successo, mister e direttore sportivo sono di grande livello e sapranno risolvere la situazione nel migliore dei modi".

RABIOT - "In futuro lo vedo più da vertice basso che non da trequartista. Non gli ho voluto confondere le idee, è in una fase di ambientamento e lo sto facendo specializzare in un singolo ruolo. Quando ne sarà padrone proverà anche altro. Ha già giocato vertice basso a inizio stagione e anche bene".

PROBLEMI AVVERSARI - "Riflessioni? No, qualsiasi tipo di problema in un gruppo può avere risvolti positivi o negativi. Talvolta una bella discussione cementa i gruppi. Può darsi che ci siano reazioni positive o negative. Dire che l'Inter ha problemi con i punti che ha mi sembra eccessivo, mi sembra una squadra in buona salute".