Manuel Locatelli premiato nella "sua" Galbiate. Questa mattina il centrocampista della Juventus e della Nazionale Italiana, reduce dalla parentesi in azzurro per la Nations League, è stato ospite nel suo paese d'origine, dove il sindaco Piergiovanni Montanelli lo ha ricevuto ufficialmente per una breve cerimonia in Municipio in omaggio ai suoi recenti successi, con la vittoria dell'Europeo e l'esordio più che positivo, in campionato e in Champions League, con la maglia bianconera, il suo sogno da sempre. Presenti in Comune anche il vice sindaco Maria Butti, il delegato allo Sport Mario Di Giugno e Dante De Capitani, primo cittadino di Pescate, paese dove il numero 27 della Juventus ha tirato i suoi primi calci al pallone, al campetto dell'oratorio. 

"Per la nostra piccola comunità Manuel è un motivo di immenso orgoglio, a soli 23 anni ha già portato il nome di Galbiate alla ribalta internazionale" ha commentato il sindaco, in fascia tricolore. "È un esempio di sacrificio e motivazione per tutti, oltre che un bravissimo ragazzo, con i piedi per terra. I giovani come lui non sono solo il nostro futuro, ma anche il nostro presente: il compito di noi adulti è solo quello di aiutarli ad esprimere al massimo le loro potenzialità. Per me personalmente è sempre una grande emozione vederlo scendere in campo: al di là della fede calcistica, è bellissimo osservarlo in azione, con una maglia o con l'altra".

Accompagnato dalla mamma, in mattinata Locatelli si è intrattenuto in Municipio per qualche chiacchiera con i pochi invitati alla cerimonia, tra cui il presidente del Gruppo Sportivo Galbiate 1974 Luigi Panzeri, alcuni esponenti del mondo associativo locale e i dipendenti comunali, tutti onorati della sua presenza. Il suo "tour" nel territorio che lo ha visto crescere è poi proseguito in Prefettura e nel centro di Lecco, dove è stato ricevuto al teatro Cenacolo Francescano dal sindaco Mauro Gattinoni che, come già il collega di Galbiate, ha colto l'occasione per complimentarsi con lui per il trionfo a Euro2020 e per tutti i suoi successi: insieme a lui anche alcuni piccoli studenti, che hanno colto l'occasione per scattarsi una foto con il loro "campione" e per rivolgergli alcune domande. Il Prefetto di Lecco Castrese De Rosa, affiancato dal Questore Alfredo D'Agostino, gli ha invece regalato una targa ricordo e un'edizione illustrata de "I Promessi Sposi", ringraziandolo per la sua presenza e definendolo un "esempio di umiltà, professionalità e dedizione".

Un periodo davvero d'oro per Manuel Locatelli, su tutti i fronti. Come abbiamo già raccontato, la scorsa settimana, a poche ore dalla vittoria nel derby di Torino con gol decisivo, il 23enne ha anche chiesto alla fidanzata Thessa di sposarlo, ricevendo ovviamente una risposta positiva. Ieri un'altra bella prestazione nella "finalina" di Nations League contro il Belgio, che ha consegnato all'Italia il terzo posto nella competizione europea. Dopo la breve tappa nel lecchese, per lui ora è tempo di tornare alla Continassa agli "ordini" di Massimiliano Allegri: domenica la Juventus è attesa dal big match contro la Roma e Manuel, ne siamo certi, vorrà essere ancora una volta protagonista.